In questo articolo scoprirai i migliori rimedi della nonna contro la caviglia gonfia.

Le caviglie sono parti del corpo estremamente delicate costituite da legamenti, ossa e muscoli. Sostengono quasi tutto il peso del corpo. È quindi fondamentale evitare di compromettere la salute delle nostre amate caviglie.

Il problema del gonfiore delle caviglie può dipendere da moltissime cause, come la ritenzione idrica, camminare su un suolo eccessivamente irregolare, utilizzare scarpe inadatte, che possono ridurre la circolazione sanguigna degli arti inferiori ecc..

Anche le distorsioni, le lesioni o i crampi muscolari possono essere altri fattori che possono portare al problema delle caviglie gonfie.

Come accennato in precedenza le cause che possono portare ad un gonfiore anomalo delle caviglie sono innumerevoli.

Le cause più comuni di caviglie gonfie sono:

Utilizzo di ormoni, contraccettivi, antidepressivi, e farmaci per la pressione alta

Consumare una dieta ricca di sale. Il sale favorisce la ritenzione idrica, aumentando il gonfiore delle caviglie e dei tuoi piedi.

Stare troppo tempo seduti al contrario stare troppo tempo in piedi. Le posture fisse e prolungate nel tempo possono essere la causa del tuo forte gonfiore alle caviglie. Tenere sempre una posizione, come satre troppo tempo sedute al computer o in piedi può causare un’insufficiente azione della pompa muscolare. Questa ridotta aziona della pompa muscolare può ridurre il ritorno di sangue venoso al cuore. Altro fattore da considerare è il fatto che stare troppo tempo fermi, non permette al piede di svolgere correttamente il suo lavoro naturale di migliorare la circolazione sanguigna agli arti inferiori del corpo. Entrambe queste due condizioni possono aggravare il ristagno dei liquidi nella parte bassa del corpo.

DISTURBI CARDIACI: Il tuo forte gonfiore alle caviglie può dipendere da disturbi cardiaci soprattutto nel caso in cui entrambe le caviglie risultano gonfie. In questo caso il gonfiore può dipendere da un malfunzionamento dle muscolo cardiaco, che non riesce più a creare la giusta pressione utile a pompare in modo efficace il sangue all’interno dei vasi sanguigni. Un ridotto apporto di sangue, di conseguenza causa una diminuzione del ritorno venoso al cuore, causando un forte accumulo di liquidi agli arti inferiori, comprese le caviglie.

STITICHEZZA. La costipazione può favorire la ritenzione dei liquidi e favorire il gonfiore della caviglia

Seguire una dieta povera di frutta e verdura 

Non fare esercizio fisico.

ECCESSO DI STRESS. Per ridurre lo stress potresti praticare la meditazione, il qi gong o gli esercizi yoga, molto utili per favorire la circolazione sanguigna degli arti inferiori.

CONSUMARE UNA QUANTITà ECCESSIVA DI BEVANDE ALCOLICHE: Bere troppi drink alcolici può indurre l’organismo a trattenere troppi liquidi nel corpo, con il risultato di favorire il gonfiore dei piedi e delle caviglie. NOTA BENE: Se dopo una serata alcolica noti continuamente uno strano gonfiore ai piedi potrebbe essere un segno di qualche problematica cardiaca, epatica o renale.

MALATTIE RENALI: I soggetti con forte malfunzionamento dei reni potrebbero non essere in grado di espellere correttamente i liquidi dall’organismo. Rispetto ad altre patologie, le patologie renali potrebbero essere asintomatiche e presentare sintomi solo nella fase finale della malattia.

LESIONI RECENTI – Se sei caduto male è possibile osservare già dopo pochi minuti un forte gonfiore nella zona colpita dall’incidente. Se per caso hai messo male il piede e hai subito una lesione alla caviglia, dopo pochi minuti noterai già i primi sintomi del trauma. Inizieranno a formarsi delle piccole sacche di acqua (edemi) e un aumento della circolazione sanguigna (ematoma), nonché un aumento dell’infiammazione.

PATOLOGIE DEL FEGATO: Le malattie epatiche possono neutralizzare la produzione di albumina da parte dell’organismo. Devi sapere che l’albumina è un composto proteico che favorisce l’arrestamento di sangue dai vasi sanguigni. Una carenza di questa proteina può causare una forte uscita di sangue e portare ad un forte accumulo di liquidi nei piedi e nelle caviglie. I sintomi più comuni associate alle patologie epatiche comprendono inappetenza, forte prurito, pelle giallastra, occhi gialli e mancanza di energia.

LESIONI PASSATE – Un vecchio incidente alla caviglia o una caduta accidentale potrebbe causare un forte gonfiore anche dopo molto tempo. La ritenzione dei liquidi si osserva in concomitanza di piccoli sforzi muscolari. Ciò dipende dal fatto che la guarigione delle articolazioni e delle aree linfatiche non è stata eseguita con successo dall’organismo. In conseguenza di ciò, ogni piccola sollecitazione alla caviglia può creare ulteriori microlesioni che possono andare a causare una leggera infiammazione cronica e un gonfiore costante

Scarpe troppo strette

Essere obesi

PREECLAMPSIA: Se il gonfiore durante la gravidanza si manifesta in modo eccessivamente aggressivo, potrebbe essere un chiaro segnale di preeclampsia. Questo disturbo può verificarsi durante la gravidanza o subito dopo il parto.

Altri sintomi molto comuni di questa condizione includono ritenzione di liquidi, proteine nelle urine ed ipertensione.

Scopriamo adesso i migliori rimedi della nonna contro le caviglie gonfie.

Migliori rimedi della nonna contro la caviglia gonfia

Ora che abbiamo approfondito le cause più comuni che hanno portato le tue caviglie a gonfiarsi, scopriamo più nel dettaglio i migliori rimedi della nonna per combattere il gonfiore della caviglia.

Voglio fare una piccola premessa: I rimedi della nonna sono rimedi casalinghi utilizzati da moltissimi anni per combattere in modo naturale una determinata problematica.

La terapia del freddo

Il ghiaccio è un potente alleato per ridurre il gonfiore alle caviglie.

Puoi sfruttare la terapia del freddo in due modi differenti:

  • Il primo metodo consiste nell’immergere i piedi e le caviglie in una bacinella contenente acqua fredda per 20 minuti
  • Il secondo metodo consiste nell’utilizzare specifiche cavigliere regolabili con cuscinetti in gel per raffreddare le caviglie.

Clicca qui per leggere le recensioni delle persone che hanno provato questo prodotto.

Alza i piedi durante la giornata

Durante la giornata sdraiati sul letto e posiziona le caviglie sopra un cuscino, al fine di innalzarle sopra il cuore. Questa pratica può aiutare il sangue a fluire più velocemente nelle caviglie.

Indossa calze a compressione

Se soffri di caviglie gonfie devi iniziare ad utilizzare le cosiddette calze a compressione. Le calze a compressione, sono specifiche calze elastiche che aiutano a combattere il ristagno di sangue nei capillari, segno distintivo dell’insufficienza venosa. Le calze agiscono migliorando il flusso venoso e linfatico.

Fai esercizio fisico

Praticare esercizio fisico (corsa, nuoto, ciclismo), è uno dei migliori rimedi naturali per sconfiggere il problema delle gambe gonfie.

Muovendo il corpo, velocizzi il flusso sanguigno e promuovi l’eliminazione delle tossine e dei liquidi in eccesso. 

Effettua un massaggio vigoroso di tutto il corpo

Una delle cause più comuni delle caviglie gonfie è da attribuire alla pigrizia del sistema linfatico.

Un metodo super efficiente per ridurre il gonfiore delle caviglie è quello di  di praticare due volte al giorno, possibilmente lontano dai pasti, un massaggio vigoroso che migliori il flusso sanguigno e linfatico.

Il nostro consiglio sarebbe quello di praticare il massaggio alle caviglie almeno due volte al giorno. Appena alzati, così da favorire la defecazione ed energizzare l’organismo, e prima di dormire, per rilassare le caviglie stanche e gonfie.

1 METODO

ll  Garshan Massage è un massaggio eseguito con guanti di seta.

ll massaggio Garshan viene eseguito al mattino al risveglio, prima della doccia, sulla pelle asciutta, partendo dalla testa.

Le caviglie e le gambe vengono massaggiate dal basso verso l’alto con ampi movimenti rotatori.

Questo massaggio è ideale per rivitalizzare e riequilibrare i sistemi energetici dell’organismo.

2 METODO

Il massaggio con oli essenziali si consiglia di praticarlo prima di dormire, e in questo caso si consiglia di massaggiare solo le caviglie e i piedi.

Il nostro consiglio è quello di utilizzare l’olio essenziale di cipresso per massaggiare le caviglie, poiché è un decongestionante naturale. Cerca di scegliere sempre la varietà bio al fine di applicare sulle tue caviglie un prodotto 100% naturale e di qualità.

Per effettuare il massaggio, oltre ad utilizzare 10 gocce di olio essenziale di cipresso, dovrai aggiungere a quest’ultimo l’olio di mandorle. In caso tu non avessi l’olio di mandorle, puoi optare anche per l’olio di nocciole.

Acqua e sali di Epsom

I bagni di acqua e sali di epsom rappresentano un rimedio casalingo naturale ed altamente efficace per combattere i problemi della caviglia gonfia. Può essere un buon metodo di cura per le lesioni recenti. 

Perchè questo rimedio naturale può aiutare a contrastare efficacemente il gonfiore delle caviglie?

Devi sapere che i sali di Epsom contenuti nell’acqua in cui immergete i vostri arti inferiori crea una notevole differenza tra la concentrazione di sale contenuto all’interno e all’esterno delle cellule dell’organismo. Un motivo in più per utilizzare i sali di epsom è dato dalle sue spiccate proprietà antinfiammatorie 

In questo modo le superfici gonfie della pelle cedono acqua alla soluzione salina per osmosi. In questo modo la caviglia è maggiormente predisposta a cedere i liquidi contenuti in esso. 

Si consiglia di lasciare il piede ad ammollo in questa soluzione salina per 15-20 minuti. Pui ripetere questo esercizio estremamente naturale per 2-3 volte al giorno.

Migliori esercizi per favorire la circolazione sanguigna

Esercizio seduto

Siediti su una sedia con la schiena dritta e le gambe tese.

Solleva le estremità delle dita dei piedi verso l’alto e piegale.

Ripeti l’esercizio abbastanza velocemente 20 volte di seguito.

Riposa e poi ricomincia.

Esercizio in piedi 

Metti un asciugamano sul pavimento e prova a raccoglierli con le dita dei piedi.

Esercizio sdraiato sulla schiena con le gambe sollevate

 Da sdraiato, solleva le gambe verticalmente, il più strette possibile, quindi disegna piccoli cerchi con le punte dei piedi.

Esegui 4 serie di 15 movimenti.

Riposa per 20 secondi.

Ripetere aumentando gradualmente il numero di serie

Segui una dieta sana

Oltre ad eliminare o ridurre il consumo di cibi ricchi di sale, come i salumi, il fast food e i cibi inscatolati si consiglia di consumare un regime dietetico ricco di:

  1. Frutta e verdura ricca di vitamina C: mele, pere, kiwi, melone, pesche, radicchio, broccolo, lattuga ecc..
  2. Alimenti ricchi di antiossidanti, come more, mirtilli, fragole, zenzero e curcuma
  3. Cibi ricchi di fibre vegetali, utili per migliorare il transito intestinale e la flora batterica, come i cereali integrali e i legumi
  4. Alimenti ricchi di selenio e vitamina E, come la frutta secca, i semi oleosi e l’olio extra vergine d’oliva
  5. Assumi le proteine dalla carne bianca, dal pesce e dai legumi

Aumenta l’assunzione di magnesio

Secondo il sito  Health.ClevelnadClinic.org la ritenzione idrica e il suo relativo gonfiore è un sintomo specifico che indica una forte carenza di magnesio. Per combattere la carenza di questo minerale potresti aumentare l’assunzione di alimenti ricchi di magnesio nella tua dieta. 

I cibi più ricchi di magnesio sono:

  • Verdura a foglia verde scura, come gli spinaci e le bietole
  • Cioccolato fondente
  • Cereali integrali
  • Semi oleosi e frutta secca, come noci, pinoli, semi di zucca ecc..

Nel caso in cui tu non riesca ad aumentare l’assunzione di magnesio con la sola dieta puoi sempre optare per un buon integratore di magnesio. In questo caso è altamente consigliato assumere tra i 200 e i 400 mg di magnesio al giorno.

Diuretico naturale per caviglie gonfie

Oltre ai rimedi della nonna descritti in questo articolo, ti consiglio assolutamente di provare il miglior integratore in assoluto contro la stanchezza e il problema delle caviglie gonfie.

Questo integratore alimentare, 100% naturale, vegano, privo di additivi è composto esclusivamente da una miscela di componenti vegetali che hanno dimostrato migliorare drasticamente la circolazione sanguigna delle gambe.

Questo supplemento alimentare è composto da:

  • Equiseto: Pianta dalle forte proprietà drenanti. 
  • Vite rossa: Oltre a migliorare il flusso sanguigno, rinforza i capillari e contrasta efficacemente la ritenzione idrica e il gonfiore della caviglia.
  • Mirtillo rosso e Rusco:  Oltre ad essere molto ricchi di antiossidanti migliorano la circolazione venosa delle gambe.
  • Mirtillo nero: Migliora la fluidità del sangue e combatte i radicali liberi

Cosa vuol dire se ho solo una caviglia gonfia?

Solitamente il gonfiore unilaterale (solo una caviglia) dipende da una lesione o un incidente. Al contrario, il gonfiore ad entrambe le caviglie potrebbe suggerire un disturbo più generalizzato, come patologie cardiache, stile di vita sbagliato, eccesso di peso ecc..

Quali sono i farmaci che fanno gonfiare le caviglie?

L’abuso di certi medicinali può causare vari effetti collaterali, tra cui il gonfiore alle caviglie. I farmaci responsabili delle caviglie gonfie sono:

  • Farmaci per la pressione sanguigna
  • Steroidi anabolizzanti e corticosteroidi
  • Medicinali antidepressivi, come lo xanax
  • Farmaci antinfiammatori
  • Medicinali per i pazienti diabetici

Se stai pensando che i farmaci che stai assumendo ti stiano facendo gonfiare eccessivamente i piedi e le caviglie ti consiglio di consultare immediatamente il tuo medico curante.

Il bicarbonato può aiutare a sgonfiare i piedi e le caviglie?

Si, anche effettuare quotidianamente il pediluvio con acqua e bicarbonato può aiutare a sgonfiare gli arti inferiori, tuttavia ritengo assolutamente più benefico il pediluvio con i sali di Epsom.

Domande più frequenti

Quali sono le cause delle caviglie, dei piedi e delle gambe gonfie?

La presenza di edemi e gonfiore negli arti inferiori può dipendere da moltissimi fattori, che includono:

  • Dieta troppo calorica, ricca di sale o povera di alimenti salutari, come frutta, verdura, cereali integrali, legumi e frutta secca.
  • Stare troppo tempo fermi in una posizione, come ad esempio stare troppo tempo seduti al computer, o al contrario stare troppo tempo in piedi 
  • Fumare, bere alcolici e stressarsi eccessivamente
  • Utilizzare alcuni medicinali
  • Non fare attività fisica 

Caviglie gonfie: Quando preoccuparsi?

Occorre preoccuparsi, in caso in cui il problema delle caviglie gonfie sia una problematica persistente o nel caso in cui oltre al gonfiore della caviglia, il soggetto abbia anche patologie renali o epatiche, o nel caso in cui le caviglie si presentano come troppo calde e rosse.

Le caviglie gonfie possono essere un sintomo di un problema al cuore?

Sebbene sia possibile, è un eventualità abbastanza rara. In alcuni casi le gambe gonfie, se accompagnate da fiato corto ed eccessiva stanchezza, potrebbero essere un campanello d’allarme di possibili disturbi cardiaci. 

Se sei eccessivamente preoccupato, ti consiglio di prendere appuntamento con il tuo medico curante

Come posso sgonfiare velocemente le gambe?

Clicca qui per scoprire come sgonfiare velocemente le gambe

Quali sono i migliori rimedi della nonna contro le caviglie gonfie?

  1. Esercizio fisico
  2. Terapia del freddo
  3. Calze a compressione
  4. Da sdraiati tenere i polpacci sopra un cuscino
  5. Integratore specifico per migliorare la circolazione sanguigna

Iscriviti alla newsletter

Lascia la tua email e scopri di quali integratori alimentari hai bisogno!

Consenso trattamento dati

Grazie per l'iscrizione!

Pin It on Pinterest

Share This

CONDIVIDI IL POST SUI SOCIAL

Condividi l'articolo con i tuoi amici!