In questo articolo scoprirai i migliori rimedi della nonna contro i crampi notturni.

I crampi notturni alle gambe, note anche come crampi muscolari notturni agli arti inferiori, sono contrazioni  o spasmi dolorosi ed involontari dei muscoli delle gambe che si verificano durante la notte.

I crampi notturni sono una condizione che interessa soprattutto i muscoli del polpaccio, sebbene anche la muscolatura delle cosce o dei piedi può essere colpita da questi fastidiosi spasmi involontari.

I crampi notturni possono essere causati da moltissimi fattori, che includono:

  • forte disidratazione: Una carenza cronica di alcuni nutrienti può favorire la comparsa di crampi alle gambe. Più tendiamo a sudare, e maggiormente dovremmo riequilibrare questa perdita salina, attraverso integratori salini o bevande energetiche. Quando sudiamo il corpo elimina moltissimi minerali, tra cui magnesio, calcio, potassio e sodio.
  • patologie renali, come insufficienza renale
  • inattività fisica
  • assunzione eccessiva di farmaci
  • eccesso di lavoro fisico o mentale
  • dieta sbilanciata
Rispetto ad altre patologie, i crampi notturni non sono un problema che possono minare la salute, sebbene i risvegli continui durante la notte, possano  danneggiare il riposo notturno, portando a tutta una serie di effetti negativi, come maggiore sonnolenza, stanchezza, nonché ad una minore energia e vitalità.

Quali sono i migliori rimedi della nonna contro i crampi notturni?

I migliori rimedi della nonna contro i crampi muscolari durante la notte sono:

  • Aumenta l’assunzione di liquidi
  • Magnesio
  • Vitamina E
  • Tisana all’ortica remineralizzante

Aumenta l’assunzione di liquidi

I crampi muscolari sono un problema che colpisce maggiormente la popolazione durante la stagione calda, a causa di una maggiore sudorazione che porta ad una repentina disidratazione. Questo significa che occorre aumentare il consumo di acqua, tè, tisane o bevande ipocaloriche sane. Le persone che fanno sport o praticano attività lavorative all’aperto sotto il sole richiedono un apporto idrico superiore. 

In alternativa all’acqua, puoi consumare una spremuta di arance o prepararti un buon frullato di frutta fresca di stagione da sorseggiare durante la giornata. Cerca di consumare bevande naturali, prive di zuccheri aggiunti, al fine di limitare l’ingestione di sostanze nocive.

Magnesio contro i crampi notturni

Fra tutti i rimedi naturali che puoi utilizzare per combattere i crampi notturni, il magnesio è quello più efficace, poiché il magnesio è un minerale che svolge importantissime funzioni di regolazione muscolare. Uno dei sintomi più comuni delle persone con carenza di questo minerale è quello di soffrire di un’ipercontrattilità muscolare. 

Per coprire l’eventuale carenza di magnesio si consiglia di utilizzare Magnesio supremo.

Vitamina E

Recenti studi scientifici hanno dimostrato che i crampi notturni possono essere favoriti da una forte carenza di vitamina E. Questa vitamina liposolubile può essere assunta tramite il consumo di frutta secca, come le mandorle e gli anacardi. In alternativa, puoi scegliere di consumare la vitamina E sotto forma di integratore.

Tisana all’ortica remineralizzante

Per remineralizzare l’organismo puoi utilizzare piante ricchissime di minerali, come l’ortica.

Altri rimedi naturali per prevenire i crampi notturni

Ci sono alcune strategie comportamentali che possono aiutarti a rilassare la muscolatura, aiutando a prevenire la comparsa dei crampi notturni agli arti inferiori.

Effettua lo stretching: Lo stretching può essere effettuato in modo dinamico o statico, l’importante è praticare una serie di allungamenti agli arti inferiori, che comprendano l’interno coscia, i glutei, i polpacci, e i piedi al fine di evitare dolorose contratture durante la notte.

Pratica una volta al giorno il massaggio: In modo analogo allo stretching, anche il massaggio può favorire il rilassamento delle gambe, prevenendo possibili spasmi notturni. Per massimizzare i benefici del massaggio, si consiglia di evitare il “massaggio a secco”. È consigliabile effettuare massaggi linfodrenanti con specifici oli essenziali, come l’olio essenziale wintergreen, utile ad aumentare il flusso sanguigno, e ridurre l’infiammazione.

Come posso fermare i crampi notturni?

Se durante la notte sei bersagliato da continui spasmi muscolari involontari, ti consiglio di stendere il muscolo interessato con la mano in modo lento e controllato, cercando di mantenere la posizione della contrazione per almeno 10-15 secondi. Una volta tenuto quella posizione per almeno 15 secondi rilascia la muscolatura, sempre in modo molto lento e controllato.

Cosa mangiare per prevenire i crampi notturni?

Solitamente i crampi notturni dipendono da una mancanza di uno o più nutrienti. Al fine di eliminare la causa dei spasmi muscolari notturni occorre consumare alimenti naturali ricchi di micronutrienti, come:

  • frutta
  • verdura
  • succhi di frutta e verdura
  • frutta secca e semi oleosi
  • fonti proteiche magre (pollo, tacchino)
  • olio extra vergine d’oliva
  • cereali integrali
  • legumi

Domande più frequenti

Perché mi vengono i crampi durante la notte?

Se i crampi notturni sono un episodio isolato e sporadico, non c’è da allarmarsi, tuttavia se il crampo notturno dovesse essere una costante, allora potresti soffrire di una carenza di uno o più nutrienti, come il magnesio, sodio, potassio, calcio o vitamina D.

Cosa prendere se ho i crampi muscolari?

Si consiglia di assumere un buon integratore di magnesio. Non è un caso che gli spasmi muscolari avvengano soprattutto nelle stagioni calde, quando c’è un aumento della sudorazione.

Cosa sono i crampi notturni?

I crampi notturni sono contratture involontarie che provocano spasmi muscolari, generalmente dolorosi, che possono colpire varie parti della gamba, del polpaccio e del piede, come l’interno coscia o il tibiale anteriore. Generalmente questa condizione fa la sua comparsa in modo veloce ed estremamente violenta, dato che moltissime persone vengono svegliate durante il sonno profondo, da questi spasmi muscolari. 

È un problema che colpisce indistintamente bambini, ragazzi, donne in gravidanza e fino al 60% degli adulti. 

Quanto durano i crampi alle gambe?

I crampi muscolari alle  gambe possono durare dai pochi secondi, fino a diversi minuti. Una volta che il crampo passa, anche il dolore percepito passa. In certi casi, dopo pochi minuti che il crampo muscolare è passato, può sopraggiungere di nuovo. Solo in casi rari, il dolore percepito da questi spasmi involontari alle gambe si può protrarre per tempi superiori.

Crampi ai polpacci durante la notte: Cosa fare?

Per far passare i crampi notturni ai polpacci è consigliabile estendere manualmente la zona colpita dagli spasmi muscolari, e tenere in contrazione la zona per almeno 15 secondi

Quali sono le persone maggiormente colpite da questa condizione?

I crampi notturni alle gambe è un problema molto comune negli anziani, sebbene questa condizione interessi anche i bambini, i ragazzi e in generale tutta la popolazione adulta.

Quali sono i migliori rimedi della nonna contro i crampi notturni?

  • Bere molti liquidi
  • Magnesio supremo
  • Vitamina E
  • Tisana all’ortica
  • Effettuare massaggi e stretching alla zona interessata dai crampi muscolari
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Lascia la tua email e scopri di quali integratori alimentari hai bisogno!

Consenso trattamento dati

Grazie per l'iscrizione!

Pin It on Pinterest

Share This

CONDIVIDI IL POST SUI SOCIAL

Condividi l'articolo con i tuoi amici!